• Claudio Longo

Le 9 spiagge al mondo che più mi hanno emozionato


Viviamo le spiagge più incantevoli calcate in questi ultimi anni di viaggi. Luoghi riflessivi, paesaggi da incorniciare nelle sue sensazioni ricolme di riflessioni e colori.





Cosa vuol dire per te vivere il mare?


Anche per te è silenzio, pace e cura?


Per molta gente andare in spiaggia è sufficiente affittare un lettino e dimenticarsi di tutto sotto il sole cocente, per altri, la cosa fondamentale è restare a mollo nell’acqua sotto le calde temperature estive e ancora per tanti altri, andarci, è solo un momento per vedere giocare i propri figli sulla sabbia e rilassarsi mentre i bagnini fanno su e giù sulla passerella con gli ombrelloni e dalle radio fuoriesce la musica più in voga dell’estate.

Per me, in questi ultimi anni di viaggi, vivere una spiaggia è valso qualcosa in più.



Trovandomi a volte in luoghi sperduti del mondo, in contesti variopinti e in stagioni diverse ho avuto la fortuna di poter andare al di là di un semplice momento di abbandono e relax.


Ho imparato a vivere questo luogo con un approccio più riflessivo, contemplandone le forme e le musiche che in ogni angolo del pianeta ho saputo raccogliere nel mio cuore bramoso di cercare nuove melodie per scrivere altri capitoli sulla mia vita.


"Immagina quante diversità, le onde lisce e profonde e con forme increspate e poetiche; il colore che la sabbia assume in ogni momento, dalla fresca alba ad un ambrato tramonto; gli scogli a volte bassi e innocui e tante volte giganteschi e potenti dalla platea del loro crepuscolo."

Ho dovuto escludere tantissimi luoghi che avrebbero meritato almeno una piccola nota, a cominciare da alcune spiagge in Indonesia, altre sparse in piccoli paradisi in Oceania e ancora chissà quante nella mia viandante memoria.


Anyway cominciamo …


9°- Pinky’s Bay - Rottnest Island - Western Australia

Una visuale a tratti caraibica e per altri mediterranea , estesa nei suoi colori da una riva calda e dorata, che abbracciava i miei freschi pensieri ricoperti di salmastra ragione, che da quel momento cominciò a profumare di freschezza e trasparenza, lungo la terra dei canguri che mi aveva appena accolto nel suo nobile paradiso.


8° - Waikiki Beach - Honolulu - Hawaii, USA


Definisco questo luogo come l’immagine sognata. A volte così tanto sognata che in fondo già da alcuni anni avevo smesso di crederci del tutto. Ma era tutto vero!


Le armoniose note di “Somewhere over the rainbow“ si dilatavano nell’aria, mentre ero abbandonato su una spiaggia, osservando bambini che si lanciavano collane di fiori, col mio pensiero che si riscaldava con le morbide carezze del sole e la mia anima festante che mi ringraziava per esser lì …

7° - Playa Mar de Fora - Finisterre - Spagna

@foto di Grupocorona. es



Questo è il regalo ricevuto dalla Galizia dopo 900 km percorsi a piedi in 30 giorni al termine del cammino di Santiago. (leggi l'articolo di questa meravigliosa esperienza)


Un luogo che mi ha messo a nudo per tutto il tempo trascorso lì, sbattendomi in faccia il sapore rudimentale delle emozioni pronte a dipingere un nuovo domani, mentre mi avvicinavo lentamente in questa spiaggia nascosta e diversa per impatto da tutte le altre.

Lei si presentava violenta, solitaria e burrascosa. Sembrava quasi non volesse che nessuno si avvicinasse a lei per raccogliere il fascino della sua diversità.


Presi posto in un angolo lontano accanto ad una duna e compresi che l’unica cosa da fare fosse quella di ascoltarla; ascoltarla nell’anima.

6° Bleik Beach - Isole Vesterålen - Norvegia


Superato il circolo polare artico, lungo il celebre viaggio a Capo Nord, mi sono trovato nell’incanto delle isole Vesterålen.


Luoghi segreti, non facili da scoprire e posseduti da un terribile fascino esercitato nel loro carattere nordico e sfumato di colori dalle tinte fiabesche ed erranti.

Questa è una spiaggia che osserva con i suoi occhi ameni la bellezza di aurore boreali che danzano verdastre e violette tra corposi cieli stellati, e vuole solo la presenza di anime sognanti di passione e armonia, pronte a passare da lei prime di dirigersi verso il confine più a nord di Europa.


Devo tanto a questo luogo…

5°- Carters Beach - Westport - Nuova Zelanda


Spostandosi di soltanto 20.000 km dalla Norvegia e toccando l’estremità degli antipodi, mi sono ritrovato a cavalcare la costa ovest della Nuova Zelanda a bordo di una traballante e scassata macchina e, finendo all'altezza di Westport mi sono scontrato con la bellezza estrema e pulsante di un denso e musicale sentimento.

Credo di aver avuto la fortuna di trovarmi in uno dei tramonti più belli che io abbia mai potuto vivere. Un trionfo di sfumature rosa, arancio e bluastre, lungo quelle calme ed eloquenti acque pronte ad accogliere le mie emozionali venerazioni.


Spero che questa foto vi faccia sognare ...

4°- Playa di Bolonia - Cadice - Spagna


Il vento, padrone indiscusso della scena con le sue profonde folate vive ed eccitate dallo scenario estivo.


Il cielo, vivo di un blu cobalto concentrato e poderoso che, col suo aspetto pacato decideva di rivestirsi di un alcuni chiari strati di celeste pacifico.

E poi, la scenica primordiale di quelle dune dorate, vogliose nel far smarrire le tracce del mio “Io” , ormai pronto ad abbandonare il mio corpo, per lasciarmi libero di andare verso il deserto.


Questa spiaggia è stato uno degli spettacoli più belli mai ammirati, mentre vivevo la sensazione che più andavo avanti più e spingevo i miei passi pesanti verso l’ignoto, ormai deciso nel concedermi fortissime emozioni dispersive.

3°- Cathedral Cove - Coromandel - Nuova Zelanda


Credo che un posto non voglia molte presentazioni.

Una spiaggia che si presenta con un cielo turchese che con i suoi disegni accomodava le mie meditazioni. Degli illustri scogli frastagliati e isolotti solitari decisi nel dare ritocco scenografico al panorama.


Un luogo dove il suo spumoso mare si avvicinava lentamente ai miei piedi, vivi nel percepire calore e voluttà, nel meraviglioso attimo in cui ho continuato ad accomodare i miei silenzi lungo la baia scandita della musica di quella natura estremamente vergine ed accecante.


2° Reynisfjara Beach - Vik - Islanda

@ringrazio Etienne R68 per questo scatto superbo.


Ero alle ultime battute della mia fuga in Islanda e una tempesta di neve riuscì a mandare a monte la nostra ultima serie di escursioni al Circolo d’oro, ma in quel momento, appena mi sono affacciato a quel panorama, uno strano sorriso di rivalsa fu padrone di me.


Come avrei potuto darmi torto davanti ad un contesto cosi?


Mi trovavo in una spiaggia nera di origine vulcanica e ancora non potevo crederci!


È stato quello il momento dove ho realizzato di trovarmi in una terra imprevedibile e affascinante, dove natura e fenomeni naturali, mi stavano offrendo la fortuna di sentirmi un attore che, su un inedito palcoscenico si sentiva nudo nel recitare i propri versi vogliosi di sovranità…


Che posto incredibile ragazzi.

1° - Cable Beach - Broome - Western Australia

Credo che un giorno scriverò un libro solo parlando di questa spiaggia, perché le emozioni e le successioni di eventi che mi sono capitate quel giorno mi hanno davvero cambiato la vita in un certo senso.


Per ora, “limitiamoci” ad osservare la liscia presenza dell’Oceano Indiano, in dolce connubio amoroso col cielo, pronto a rifrangersi con la sua luce limpida su di una riva senza fine…


Una riva splendente che vedeva i miei passi lungo una baia infinita di quasi 20 km…


Stavo percorrendo i passi del paradiso!


Il mio spirito era vivo, ricco e intenso di tutta quella essenziale magia che abbracciava le mie scelte solitarie di credere nella libertà come valore primordiale e in un battito voglioso di vivere la mia vita da protagonista…


Protagonista dei miei giorni…Ora e per sempre...















Ci sono spiagge che anche a te hanno contribuito a cambiare il tuo modo di vedere le cose?


Luoghi in cui ti sei sentito toccato da quel profondo senso di pace e verità?



  • Ascolta il travel Podcast
  • Mi trovi su LinkedIn
  • Il mio romanzo su Amazon
  • Seguimi su Instagram
Claudio - Travel Writer

Ciao viaggiatore, sono Claudio.

 

Un giorno di 6 anni ho deciso di cominciare a viaggiare vivendo finalmente in condizione dei miei sogni.

Da allora ho vissuto a Londra, Malaga, New York, Auckland, Bergen, Perth e ho avuto il privilegio di visitare più di 30 paesi nel mondo.

Viaggiando ho scoperto la passione per la scrittura e in questo tempo mi sono auto prodotto 2 romanzi ispirati alla mia vita, ho un Podcast motivazionale su Spotify, scrivo poesie e gestisco questo blog che mi offre la chance di condividere la mia vita con te.

ASCOLTA IL PODCAST SU SPOTIFY

VIAGGIARE MOTIVATI

© 2023 by Going Places. Proudly created with Wix.com